Questo pan di spagna è semplice come una torta eppure è molto utile. Scoprire.

Molti di noi usano le spugne per i piatti molto più a lungo di quanto sarebbe raccomandato. Infatti, i microbiologi consigliano di sostituire la spugna ogni settimana. È essenziale cambiare regolarmente la spugna per i piatti poiché accumula batteri e microbi provenienti da residui di cibo e sporco. Con il tempo, anche se la risciacqui, la spugna diventa terreno fertile per germi che possono contaminare le tue superfici e le tue stoviglie.

Se speri che bollirlo o scaldarlo frequentemente nel microonde lo mantenga abbastanza pulito, non farlo. Secondo uno studio, questo può inizialmente ridurre i batteri di circa il 60%, ma non sterilizzerà la spugna. Anche le spugne regolarmente pulite in questo modo si sono rivelate piene di batteri quanto quelle non pulite.

Se non puoi cambiare le spugne ogni settimana, dovresti farlo almeno una volta al mese se lavi i piatti ogni giorno. E in questo caso non è necessariamente obbligatorio buttare la vecchia spugna da cucina. Perché non provare un suggerimento intelligente per il riutilizzo?

Quando la spugna raggiunge il punto in cui è evidentemente troppo usurata per pulire ripiani e stoviglie, taglia un angolo. Questo angolo tagliato serve a identificare questa spugna come destinata a qualcosa di diverso dal lavare i piatti. Inutile dire che dovresti tagliare l’angolo abbastanza largo da notare che è stato tagliato.

Tieni questa spugna lontana dalle tue nuove spugne ancora pulite e usala per strofinare cose sporche, come il bidone della spazzatura, il WC, le scarpe o persino i pneumatici. Ad un certo punto sarà davvero pronto per essere buttato via. Fino ad allora, puoi stare tranquillo sapendo di averlo utilizzato il più possibile. E sarai sicuro di non usare una spugna sporca per pulire i piatti!

Le spugne per i piatti sono generalmente realizzate con materiali sintetici come il poliuretano, un derivato del petrolio. Possono contenere agenti antimicrobici per ridurre la crescita dei batteri. Queste spugne non sono biodegradabili e possono rilasciare microplastiche man mano che si degradano. Inoltre, la loro produzione ha un impatto sul carbonio. Un motivo in più per usarli il più a lungo possibile!