La tua caldaia puzza di metallo bruciato, plastica fusa, marciume o gas? Ecco cosa significa e cosa rischi se lo ignori.

In inverno la caldaia è probabilmente l’elettrodomestico più importante della tua casa. Se si rompe, è subito un disastro. Niente più acqua calda, niente più riscaldamento, niente più piastre elettriche… Ma non è tutto, se è danneggiata, gli effetti sulla bolletta del gas o della luce possono essere enormi (una bolletta del gas gonfiata può essere uno dei primi segnali che il tuo la caldaia è rotta). Questo è un dispositivo di cui bisogna prendersi cura.

Come ogni elettrodomestico, anche una caldaia può presentare dei problemi ed è fondamentale individuarli tempestivamente per evitare guasti gravi e potenzialmente pericolosi. Molti di noi sanno prestare attenzione ai primi segni di guasto della caldaia. Forti rumori di gorgoglio possono indicare aria intrappolata, fischi o vibrazioni possono significare molti problemi, da una canna fumaria ostruita a una scarsa pressione, i ticchettii possono essere dovuti al surriscaldamento o a un termostato difettoso e un sibilo può essere dovuto a calcare o ruggine.

Se tutti questi segnali sono più o meno noti, sulle caldaie a gas occorre prestare attenzione ad un altro indicatore: l’odore. Si scopre che un cattivo odore potrebbe indicare un problema serio con la caldaia e indicare che è necessario chiamare un riparatore o ripararla. Ad esempio, l’odore di metallo bruciato, plastica fusa o olio bruciato potrebbe essere dovuto a cavi elettrici sfilacciati. In questo caso è necessario spegnere immediatamente la caldaia e chiamare un esperto. Il problema può essere serio. Gli odori marci potrebbero derivare dall’accumulo di muffa nella caldaia. Un semplice odore di bruciato che fuoriesce quando si accende la caldaia potrebbe essere semplicemente dovuto ad un accumulo di polvere sulla caldaia o sui radiatori. In questo caso spegnere la caldaia e pulire tutto accuratamente.

Dall’apparecchio potrebbe anche provenire odore di gas. Per maggiore sicurezza, le industrie del gas aggiungono un odore artificiale al gas, per renderlo più percepibile e per facilitare l’individuazione di una perdita. Se senti questo odore in casa, devi agire immediatamente.

Inizia ventilando la tua casa, chiudi il rubinetto del gas, non accendere accendini o apparecchi elettrici, esci di casa e contatta i vigili del fuoco. Questo odore può provenire da un apparecchio difettoso (caldaia o cucina a gas con uno dei bruciatori, ad esempio, obsoleto) che perde molecole di gas senza bruciarle, o anche da un collegamento difettoso.