Adoriamo avere piante in casa, mettere un po’ di verde rigoglioso nella nostra vita quotidiana, fa sempre bene al nostro morale. E noi amiamo queste piante, non solo per la loro bella estetica che dona un tocco elegante ai nostri spazi, ma anche perché sono molto utili per purificare l’aria e assorbire le tossine.

La preoccupazione è che la maggior parte delle piante da interno richieda un’esposizione significativa al sole. Tuttavia, non sempre abbiamo stanze molto luminose in casa. Fortunatamente esistono anche piante resistenti all’ombra. Hai mai notato che alcune piante d’appartamento appassiscono rapidamente mentre altre fioriscono serenamente? Ripeti a te stesso che ci sono piante che non tollerano troppa luce e crescono meglio in un ambiente ombreggiato, senza bisogno di particolari manutenzioni. Leggi anche: 27 piante repellenti per zanzare e mosche da avere in casa nel 2023 Ingrandisci queste bellissime piante che preferiscono fiorire tranquillamente all’ombra!

Calatea

calathea
  Pianta sontuosa, dal fogliame unico e ipnotico, la Calathea non ama la luce diretta del sole. Se lo installi vicino a una finestra, evita un’eccessiva esposizione ai raggi. Teme la luce in eccesso e preferisce di gran lunga un ambiente umido. Quindi opta per un luogo ombreggiato come il bagno, per esempio. Le radici di questa pianta di origine tropicale richiedono un buon terreno, che le fornisca i nutrienti essenziali, ma senza eccessi idrici. Per favorire una bella fioritura, ricorda di rimuovere regolarmente le foglie morte e di aggiungere un po’ di fertilizzante in primavera. Durante tutto l’anno, e in particolare in estate, è importante irrorare con acqua il fogliame della Calathea per ricreare l’umidità del suo ambiente naturale.

Dracena marginale

Soprannominata “Dragon Blood Tree”, questa pianta sempreverde è abbastanza simile alla palma, ma a differenza di essa preferisce stare all’ombra. Richiedendo poca manutenzione, con annaffiature abbastanza moderate durante l’anno (troppa acqua rischia di marcire le radici!), la Dracaena prospera perfettamente a mezz’ombra e necessita solo di 2 o 3 ore di sole al giorno. Troverà quindi un posto molto carino in un ufficio, ad esempio, arretrato in un angolo ombreggiato. Devi sapere appunto che se presenta delle macchie marroni sulle foglie, è perché è stata esposta a troppa luce. I raggi del sole, infatti, potrebbero facilmente danneggiare le foglie   della Dracaena. E, d’altra parte, se vedi le sue foglie scolorire, ha beneficiato di troppa acqua. Non innaffiare la tua pianta tutti i giorni: fallo soprattutto quando senti che il fogliame sta iniziando a seccarsi davvero.

felci

Un’altra pianta da interno che ama l’ombra: la felce. Con le sue fronde verde brillante e fresche, questa pianta tropicale addomesticata starà benissimo in un angolo ombreggiato della casa. Perché, una cosa è certa, ama la luce (illuminazione media) ma in un ambiente fresco e ombreggiato. Non tollera affatto l’aria secca o la luce solare diretta, soprattutto in piena estate. La tua felce indoor dovrebbe avere un terreno di alta qualità ma abbastanza povero di nutrienti. Innaffialo spesso con acqua piuttosto tiepida e nebulizza regolarmente le foglie per mantenerle sane. Facile da curare e verde tutto l’anno, ma prestare particolare attenzione all’inizio della stagione estiva. Fai attenzione, se manca di umidità, la tua felce può seccarsi rapidamente e morire.

neoregelia

neoregelia
  Della famiglia delle bromelie, questa pianta da interno ha tutte le caratteristiche di una felce. Anche la neoregelia è originaria dei tropici, prospera anche in mezz’ombra e appassisce all’aria secca o con una forte esposizione al sole. È quindi preferibile posizionarlo negli ambienti più umidi possibili, come il bagno. Di facile manutenzione, non necessita di alcun terreno particolare, perché le sue radici da sole sono un supporto ideale per una buona crescita. La Neoregelia ha foglie dure e sempreverdi, i cui fiori oscillano tra il blu lavanda e il viola in estate. Con la sua silhouette grafica, è molto popolare per interni con decorazioni contemporanee. Per mantenere l’umidità è meglio nebulizzare le sue foglie ogni 2/3 giorni e mantenere fresco il suo terreno per evitare che la pianta si secchi.

Aglaonema

Con il suo fascino unico, questo semi-arbusto, con il suo fusto carnoso e le foglie variegate, è anche una pianta tropicale che necessita di un po’ di luce, mezz’ombra e molta umidità. È quindi meglio non installare il vaso sul davanzale della finestra per evitare la luce solare diretta. La tua pianta deve anche evitare le correnti d’aria, perché anche se ama l’umidità, qualsiasi abbassamento significativo della temperatura è davvero dannoso per la sua salute. Il suo terreno deve essere fertile e leggermente acido. Non dimenticare di annaffiare abbondantemente (preferibilmente tiepido) o spruzzare le foglie. Se la tua pianta non viene inumidita regolarmente, le sue foglie vedranno la formazione di macchie gialle o grigie e la crescita sarà molto più lunga. Ultima cosa: Aglaonema non supporta il tabacco,

Filodendro

Considerata una delle piante più facili da coltivare e mantenere, il filodendro rampicante è una pianta da interno molto carina che ti permetterà di decorare qualsiasi stanza della tua casa. Originario del Messico, si distingue per le particolarissime foglie a forma di cuore. Posiziona il tuo filodendro in un luogo lontano dalla luce solare diretta. Inoltre, è un eccellente purificatore d’aria. Il miglior compromesso: installalo in un angolo leggermente sottotono, all’ombra, in un cesto sospeso. D’altra parte, se preferisci metterlo vicino a un muro, tieni presente che le sue radici si attaccheranno lì e potrebbe arrampicarsi sul soffitto. Il grande vantaggio di questa pianta: si adatta a tutte le situazioni. Che tu lo innaffi spesso o raramente, che tu aggiunga fertilizzante o meno, è indistruttibile! Tuttavia, Questa pianta ha assolutamente bisogno di umidità e di una temperatura superiore ai 15°C. Perché il filodendro non sopporta affatto il freddo. Infine, un detergente per eccellenza, adorerai il fatto che assorba tutta la polvere ambientale!

Dieffenbachia

Originaria del Sudamerica, questa pianta tropicale della famiglia delle “Araceae”, soprannominata “Canna muta”, cresce prevalentemente in primavera ed estate. Questo è quando la pianta sviluppa belle foglie di colore chiaro. Inoltre è classificata come pianta da interno che predilige ambienti ombrosi: il posto migliore è posizionarla dietro una tenda. Attenzione però, la Dieffenbachia ha bisogno di un po’ di luce, se ne manca del tutto le sue foglie diventeranno bianche in fretta. Un’altra caratteristica importante: ancor più di altre piante tropicali, le sue radici non amano molto l’acqua in eccesso. Temperare bene a livello di irrigazione per evitare che le foglie cadano rapidamente. In altre parole, il substrato deve essere appena umido e non bagnato per non far marcire le radici. Inoltre, durante la manutenzione, porta i guanti: la dieffenbachia è una pianta tossica che contiene fitotossine, responsabili di alcune lesioni cutanee.

la lingua della suocera

la lingua della suocera
  La Sansevière, soprannominata in modo originale “Lingua della suocera” per via delle sue grandi foglie dalla consistenza coriacea, è una  pianta molto graziosa. che tollera sia le basse che le alte temperature. All’interno preferisce l’aria secca e non richiede frequenti annaffiature. Con il suo aspetto variegato, si inserisce armoniosamente nei nostri interni moderni. Certo, non ama l’esposizione diretta al sole, ma ha bisogno di un po’ di luce, quindi prediligi un luogo a mezz’ombra. Attenzione alle correnti d’aria, questa pianta non tollera l’eccessiva umidità. Inoltre, un po’ di sole quotidiano le permetterà di avere un fogliame colorato e abbagliante! Per quanto riguarda la frequenza delle annaffiature, optate per una volta alla settimana in estate, una volta al mese in inverno. Evita di immergere spesso le sue radici. Per togliere la polvere dalle foglie basta passare di tanto in tanto una piccola spugnetta inumidita. Una cosa è certa,

Helxine

All’aperto e al chiuso, Helxine è una pianta superba che può essere collocata in un vaso o in una fioriera sospesa, preferibilmente all’ombra o in mezz’ombra. Non tollera la luce solare diretta! Con le sue piccole foglie verde brillante, che si raccolgono a formare una grande corona che si allarga ovunque, questa pianta vestirà meravigliosamente l’ambientazione che le avete scelto. Tutto ciò di cui hai bisogno per mantenere questa pianta fresca e vibrante è l’irrigazione frequente. Il suo terreno deve essere abbastanza ricco, né troppo leggero né troppo pesante.

Fiore di Luna

Non c’è bisogno di avere il pollice verde, questa pianta è molto facile da mantenere e molto poco impegnativa. Originario del Sudamerica, il fiore di luna fiorisce meglio al riparo dal sole: preferisce una posizione semiombreggiata, ma la sua collocazione deve essere abbastanza luminosa e molto umida. Seducente con la sua estetica lucente e i suoi fiori bianco crema con punte giallastre, è particolarmente apprezzato per il suo potente potenziale disinquinante. Le sue foglie, infatti, filtrano la formaldeide dall’aria e l’atmosfera circostante è incredibilmente pura. Per non parlare del profumo di vaniglia che riempie la stanza! Non dimenticare di annaffiarla: il suo substrato deve essere sempre umido. E se il clima è troppo secco in estate, ricordati di spruzzare regolarmente le sue foglie. Leggianche: 20 piante da interno ideali per stanze poco illuminate

clorofito peloso

Conosciuta come pianta ragno o Chlorophytum comosum, questo tipo di pianta non tollera i luoghi troppo luminosi, perché il suo fogliame colorato diventa bianco e perde rapidamente la sua lucentezza. Detto questo, per garantire che una pianta ragno non si asciughi molto rapidamente e produca un bel colore, è essenziale coltivarla all’ombra. Ora hai l’imbarazzo della scelta! Se non hai finestre troppo soleggiate o vuoi decorare un corridoio con vasi di fiori, devi solo piantare una di queste specie lì. Qualunque pianta tu scelga, saranno tutte in grado di vestire i tuoi interni con un cachet piuttosto lussureggiante… in più, è facile conviverci! Leggi anche: 14 piante da interno disinquinanti ideali per la cameretta del bambino