Press ESC to close

Qual è il momento migliore della giornata per innaffiare le tue piante?

Per ottenere piante vigorose e sane, è importante annaffiarle regolarmente, secondo le loro esigenze ed evitare eccessive annaffiature che potrebbero danneggiarle. Tuttavia, per prendersi cura delle piante, non basta conoscere l’apporto idrico di cui hanno bisogno, ma bisogna annaffiarle anche al momento giusto della giornata. Questo permette infatti di ottenere piante vigorose e resistenti alle malattie.

L’acqua è un elemento vitale per le piante. Trasporta i nutrienti dal suolo alle cellule vegetali. Il successo dell’irrigazione delle piante dipende dalla quantità di acqua che fornisci alle piante, ma anche da quando scegli di annaffiarle.

Quando innaffiare le piante in giardino?

innaffiare le piante del giardino
  La domanda che si pone più spesso quando si parla di annaffiare le piante è se annaffiare le piante al mattino o preferibilmente alla sera. Dovresti sapere che  il momento ideale per annaffiare le piante dipende dalla stagione.  Infatti, durante i periodi di caldo intenso, vale a dire in estate, è consigliabile  annaffiare le piante la sera. Questo limita la perdita d’acqua per evaporazione e mantiene le piante e il suolo idratati. Se innaffi le tue piante al mattino, durante le ore più calde, l’acqua potrebbe evaporare prima di essere adeguatamente assorbita dalle piante. Pertanto, né il terreno né le piante potrebbero raffreddarsi. Quando fa caldo ricordatevi anche di pacciamare il terreno, in modo da limitare l’evaporazione dell’acqua durante il giorno. Mantenendo il terreno umido,  puoi distanziare le innaffiature  e risparmiare così acqua. Un buon pacciame aiuta anche a limitare la crescita delle erbacce che competono con le piante e interferiscono con la loro sana crescita. Leggi anche: Brucia un rametto di rosmarino in casa e guarda cosa succede dopo 10 minuti   Quando invece le temperature sono basse e le notti sono più fresche, non è consigliabile annaffiare le piante la sera. Ciò aumenterebbe la freschezza del terreno  e potrebbe addirittura nuocere alla crescita di  piante poco rustiche, che mal sopportano il freddo e il gelo. Inoltre, l’acqua potrebbe gelare se le temperature sono molto basse. In questo caso, è meglio annaffiare le piante al mattino.
verdure idratate
 

Come innaffiare con successo le piante?

Per annaffiare bene le vostre piante, soprattutto nella stagione calda, è consigliabile annaffiarle abbondantemente,  ma meno spesso.  Infatti, quando innaffi le tue piante quotidianamente, ma superficialmente, l’apparato radicale delle tue piante inizia a svilupparsi superficialmente  e non in profondità.  Per evitare ciò, si consiglia  di annaffiare le piante in due passaggi. Questo vi permetterà di inumidire prima il terreno, in modo da favorire la penetrazione dell’acqua nel terreno  durante la seconda annaffiatura. Leggi anche: Versalo sui tuoi gerani e fioriranno subito: saranno rigogliosi come sempre Quando innaffi le tue piante,  evita forti getti d’acqua,  poiché potrebbero compattare il terreno. Detto questo, è preferibile innaffiare al collo, cioè  senza usare la testa dell’annaffiatoio.  Inoltre, cerca di annaffiare ai piedi di ogni pianta, perché è a questo livello che  l’acqua viene utilizzata direttamente per nutrire le piante. Innaffiando le piante in questo modo, risparmi acquae previeni anche la comparsa di lumache  ed erbacce. Questa tecnica permette anche di annaffiare le piante, senza bagnare la chioma,  in modo da evitare malattie crittogamiche. Infatti, l’umidità favorisce la comparsa di funghi, soprattutto nelle rose, nelle patate e nei pomodori.
Innaffia le tue piante
 

Devi anche sapere che la quantità di acqua di cui ha bisogno una pianta  varia a seconda delle diverse fasi  che attraversa. Infatti le esigenze di una pianta durante il periodo di crescita vegetativa o di fioritura sono diverse dalle sue esigenze  quando si trova in un periodo di riposo vegetativo.  Quando una pianta va in letargo, di solito in inverno, il suo fabbisogno idrico diminuisce  perché la sua crescita rallenta.  In questo caso è necessarioridurre la frequenza di irrigazione delle piante.

Detto questo, prima di decidere se annaffiare le piante del proprio giardino al mattino o alla sera, è importante conoscere le temperature notturne e diurne, per permettere alle proprie piante di mantenersi idratate, senza temere il freddo o il gelo. Leggi anche: Il trucco geniale per far crescere velocemente le tue piante