Press ESC to close

Perché le etichette dovrebbero essere conservate sui vestiti?

Dopo l’emozione dello shopping, una volta tornate a casa, siamo ancora più entusiaste all’idea di fare la modella davanti allo specchio provando tutti i nostri vestiti nuovi. Scommettiamo che lo fai anche tu, vero? Ma, cosa strana, hai notato, quasi tutti noi abbiamo il riflesso sistematico di tagliare tutte le etichette all’interno dei nostri vestiti. Non così strano come direbbero alcuni. Questi pezzi di tessuto satinato sono dolorosi, graffiano la pelle e sono molto fastidiosi. Forse. Ma questa non è una buona idea, questo gesto potrebbe costarti caro. E poi, in fondo, queste etichette non sono lì per caso. Oh no, non erano certamente progettati per infastidirti. Al contrario. Ecco perché devi assolutamente tenerli!

Perché è una cattiva idea tagliare le etichette all’interno dei vestiti?

Etichetta sui vestiti

Ammetti che lo fai costantemente, senza nemmeno pensarci. Appena compri una nuova t-shirt o un nuovo vestito: hop, forbici in mano, tagli sia la piccola fascia di prezzo che quelle ingombranti etichette ben visibili all’interno dei vestiti. Soprattutto quelli che hanno la fastidiosa abitudine di mordersi il collo! Per non parlare di quelli che si trovano nella biancheria intima e che ti irritano al massimo con tutto questo sfregamento… Va bene, ti sentiamo bene, queste etichette ti danno molto fastidio. Sì, ma dovrai prendere una decisione, perché non sono affatto banali. Già, di corsa, se li tagli comunque, rischi di danneggiare il capo stesso facendo buchi accidentali. E se fatto in modo errato, il bordo dell’etichetta potrebbe continuare a irritare la tua pelle.

Ma, oltre a ciò, se gli specialisti ti invitano a non toccare queste etichette, è per un motivo molto legittimo. Potresti non averci mai prestato attenzione, ma prenditi qualche secondo per leggere cosa c’è sopra. Sì, è tutta una lista di informazioni utili: scoprirai in particolare l’esatta composizione delle fibre del capo, cosa non trascurabile al momento del riciclo. Puoi immaginare che un maglione di cotone possa essere riciclato facilmente, ma non è necessariamente così per una maglia in poliestere o altre fibre sintetiche. E non è meglio identificare il tipo di tessuto che indossi, se non altro per anticipare possibili allergie? Non solo, l’etichetta ha anche e soprattutto il compito di guidarti in fatto di lavaggio. In effeti, pulizia in lavatrice e  che temperatura adottare. Finché si è inesperti nel settore, si rischia di sbagliare e magari di fare anche danni irreparabili. Tuttavia, precisamente, questa etichetta è lì per evitare questo tipo di battuta d’arresto. Quindi, se vuoi conservare i tuoi vestiti nuovi di zecca, sai cosa devi fare!

Leggi anche: Metti la spugna per i piatti in lavatrice: a fine mese risparmierai

Etichettatura: quali sono queste preziose indicazioni sui tuoi capi?

Leggi le indicazioni sui vestiti

L’etichettatura è uno standard obbligatorio in tutti gli indumenti: ci sono informazioni sul marchio, sul materiale utilizzato, nonché istruzioni per la manutenzione. Ed è un peccato che la maggior parte delle persone li sottovaluti regalmente. Infine, tutto ciò che conta per loro, al momento dell’acquisto, è controllare l’etichetta che indica la taglia del capo.  E si ferma lì! Ai loro occhi, tutto il resto è secondario. Ma è sbagliato. Avere le idee chiare sui materiali lavorati è molto importante, soprattutto per chi soffre di allergie o anche per chi preferisce indossare materiali naturali e sostenibili. Se vuoi evitare prodotti di origine animale come lana o tessuti sintetici, l’etichetta ti fornirà tutte le risposte. Questo è il motivo per cui tutti i marchi tessili sono tenuti a fornire tutti questi dettagli ai consumatori.

Naturalmente, in termini di protezione e durata, è essenziale aggiornare le etichette dei vestiti con le istruzioni per la cura.   Questi sono estremamente utili. Lo sono di più quando i tessuti sono molto delicati o sensibili e richiedono un trattamento speciale. Sapete, ad esempio, che i capi in lana non vanno mai lavati a 60°C, rischiando di vederli restringere o ispessire in poco tempo! Oltre alla temperatura appropriata, il produttore deve specificare anche le indicazioni per l’asciugatura, la stiratura o il lavaggio a mano. Se strappi l’etichetta dall’inizio e ti prendi cura dei tuoi vestiti in modo casuale, non dovrebbe sorprendere che si rovinino prima del previsto!

Nota : Operi nel mondo della moda e hai un tuo marchio? Se desideri stampare le tue etichette, puoi scegliere la dimensione appropriata per includere tutte le informazioni necessarie. Sei libero di progettare un design creativo e posizionare il tuo logo su di esso. Ricorda, è sempre una buona idea includere quante più informazioni possibili per rendere le cose più facili per i consumatori. E se vuoi risparmiare un po’ di soldi, puoi progettare i cartellini tu stesso, senza essere un professionista del settore. Usa semplicemente Internet come strumento per progettare e ordinare etichette stampabili online.

Come dare un nome ai vestiti?

Stanco di vedere che la maggior parte delle giacche di tuo figlio ha disertato l’armadio? Non sei l’unico ! La maggior parte dei bambini, e persino degli adolescenti, ha un modo per smarrire i propri vestiti a scuola. La soluzione ? Inserisci il nome per sperare di trovarli un giorno o l’altro. Con un po’ di pazienza e soprattutto la giusta tecnica, potrete prendere questo appuntamento senza complicarvi troppo la vita e senza alterare il capo.

Leggi anche:Vestiti rimpiccioliti nel lavaggio, non serve buttarli: ecco come recuperarli

– Marcatori di tessuto

Ovviamente il metodo più semplice è scrivere il nome direttamente all’interno del capo. Esistono pennarelli specifici per tessuto o bucato, disponibili per semplificare il tuo compito. Ma non è sempre così ovvio come pensi. Se questo pennarello per tessuti non è di ottima qualità, l’inchiostro potrebbe dissiparsi e diventare illeggibile. Tanto più che spesso siamo costretti a scrivere il nome in caratteri piccoli, vista la mancanza di spazio. Quindi se non riesci a leggere il nome sull’etichetta, qual è il punto?

– Timbro del nome dell’indumento

L’opzione successiva è molto più efficace: è il timbro per vestiti, molto usato sulla divisa scolastica o sui vestiti dei più piccoli che vanno al nido. E la cosa fantastica è che è possibile personalizzare questo francobollo secondo i tuoi gusti: puoi progettarlo online, utilizzando una varietà di caratteri e dimensioni di scrittura. Piccolo consiglio: puoi persino aggiungere una piccola icona speciale per aiutare tuo figlio a identificare rapidamente i suoi effetti personali.

Leggi anche: Come pulire il tubo di scarico della lavatrice?