I fiori offrono un fascino singolare, una freschezza colorata e un vero tocco lussureggiante al tuo giardino. Ma per ottimizzare la loro crescita e mantenere la loro longevità, hanno bisogno di una panoplia di cure adattate e di nutrienti adeguati. Non devi applicare costantemente ingredienti chimici che purtroppo inquinano l’ambiente. Perché non scommettere su un’alternativa più sana ed ecologica? Ecco una selezione di fertilizzanti naturali che aiuteranno i tuoi fiori a fiorire in sicurezza!

Quali sono i migliori fertilizzanti per il tuo giardino?

I fertilizzanti industriali e chimici non sono necessariamente la soluzione migliore per ottenere piante belle, sane e resistenti. Al contrario. Nonostante la loro comprovata efficacia nel favorire la loro crescita, questi prodotti artificiali sono noti anche per i loro effetti dannosi e aggressivi. Tuttavia, con ingredienti naturali, puoi avere risultati altrettanto soddisfacenti, o anche di più. Per coltivare fino al doppio dei fiori all’aperto, non c’è niente come un fertilizzante organico naturale che rispetti i tesori di Madre Natura. Come bonus, probabilmente hai già tutto ciò di cui hai bisogno a casa!

  • Il riso, fonte inesauribile di benefici per le piante

riso bianco

A cominciare dal riso bianco. Molte persone non lo conoscono, ma è un ottimo fertilizzante naturale per le tue piante. Infatti, questo alimento, consumato in tutto il mondo, è ricco di amido, carboidrati e vitamina B, il che lo rende un’ottima fonte di nutrienti per le piante. Ma non solo: contiene anche minerali come azoto, fosforo, magnesio e potassio, sostanze ideali per favorire la crescita e la fioritura delle piante.

Leggi anche: Perché i fondi di caffè dovrebbero essere versati sulle orchidee? 3 vantaggi che non conoscevi

Come preparare questo  concime naturale   a base di riso bianco crudo? Idealmente, cerca di ottenere fagioli non trattati, cioè senza l’aggiunta di additivi o conservanti. Ecco i passi da seguire:

  • Versare 100 g di riso in un recipiente e aggiungere 1 litro d’acqua.
  • Mescolare bene e lasciare in ammollo per circa 24 ore. Questo permetterà al riso di rilasciare tutti i suoi nutrienti nell’acqua, che verranno poi utilizzati sulle piante.
  • Trascorso questo tempo, il riso avrà una consistenza tenera. Mescolare ancora e filtrare attraverso un setaccio. Anche se è il liquido che ci interessa, non sprecherai nulla: puoi utilizzare i chicchi come fertilizzante organico naturale, applicandolo al terreno per creare un substrato nutriente che farà crescere le piante più velocemente e più sane . Come bonus, l’aggiunta di chicchi di riso migliorerà l’effetto benefico del fertilizzante liquido.
  • L’eau de riz est maintenant prête à l’emploi : cependant, avant de l’utiliser, il est conseillé de la diluer dans de l’eau (1 tasse d’engrais pour 10 litres d’eau). Une fois l’opération faite, vous pouvez la verser sur le sol autour des plantes ou sur les feuilles, selon les besoins de chaque plante.

Bon à savoir : il est recommandé d’utiliser cet engrais naturel à base de riz blanc toutes les deux semaines, pour obtenir des plantes vigoureuses et une floraison abondante.

  • Du marc de café pour embellir votre potager

Vous avez l’habitude de jeter  le marc de café  après utilisation ? C’est bien dommage, car ce produit, souvent sous-estimé, peut faire des merveilles dans votre jardin.  Riche en azote, en soufre et en phosphore, il fait office d’engrais idéal pour nourrir vos plantes. A noter que le processus de torréfaction décompose complètement la protéine végétale, mais les nutriments végétaux sont en grande partie retenus dans les produits de décomposition. Comment l’employer comme engrais ? Cela ne vaut guère la peine d’aller dans le jardin avec un seul filtre usagé et de le saupoudrer autour des plantes. Le mieux étant de le placer dans un seau et de le garder dans un endroit sec mais aéré. Pour l’aider à sécher plus rapidement, suspendez un tamis à mailles fines qui l’empêchera de moisir. Une fois sec, saupoudrez quelques poignées autour des racines de chaque plante. Le marc de café aura un effet légèrement acide sur le sol et l’enrichira d’humus.

Leggi anche: Come usare la cannella per proteggere le piante d’appartamento da insetti e muffe?

Qual è il momento migliore per concimare il giardino?

È durante il periodo della loro crescita che le piante beneficiano maggiormente dei benefici dei fertilizzanti. Pertanto, il momento migliore per fertilizzarli è all’inizio della primavera, quando emergono dalla dormienza. Ma ricorda, ognuno ha esigenze di fertilizzanti individuali uniche. Le piante amanti degli acidi come azalee, mirtilli, camelie,  ortensie  e rododendri preferiscono soprattutto un pH del terreno più acido per assorbire i nutrienti. Le piante da fiore o da frutto hanno bisogno di più fosforo per aiutare a stimolare la crescita di gemme, frutti e fiori.

Dove posso trovare l’azoto naturale?

Le fonti organiche più ricche di azoto sono: letame, parti animali macinate e farina (farina di soia o farina di semi di cotone). La concentrazione di azoto nel letame varia a seconda del tipo di animale, ma anche dell’età del letame e del modo in cui è stato immagazzinato. Per quanto riguarda le carcasse animali e le farine di semi, poiché subiscono un trattamento speciale, hanno generalmente un’altissima concentrazione di azoto.

Leggi anche: 4 piante da interno che eliminano l’umidità ed evitano il rischio di muffe in casa