Press ESC to close

Ecco come mantenere l’arum bianco affinché fiorisca, profumi la casa e non appassisca mai

L’arum etiope (o arum bianco), nome scientifico Zantedeschia aethiopica, è una pianta perenne dal fogliame sempreverde. Contrariamente a quanto suggerisce il nome, questa pianta è originaria del Sud Africa. Le sue grandi foglie decorative vengono utilizzate per decorare le chiese e per comporre bouquet nuziali. L’arum è facile da curare e può essere utilizzato molto bene come pianta d’appartamento. Scopri come prendertene cura affinché fiorisca e non appassisca mai.

L’arum, chiamato anche fiore della sula, calla o giglio arum, è una pianta della famiglia delle Araceae. I suoi fiori decorativi a forma di cono sono chiamati spate, al centro dei quali cresce uno spadice giallo. L’arum è ideale per comporre bouquet, decorare il terrazzo e il balcone o semplicemente  per  dare un tocco esotico ai vostri interni.

L'arum etiope - fonte: spm

Come piantare l’arum etiope?

L’aro può essere piantato in terra, in fioriera, in vaso, ma anche in acqua. Si tratta infatti  di una pianta semiacquatica  che può benissimo essere piantata vicino ad uno stagno o ad un ruscello.

Per piantare l’arum in un vaso, posiziona uno strato di palline di argilla o ghiaia sul fondo del contenitore  per favorire il drenaggio . Quindi prepara il terriccio. Per fare questo, mescolalo in parti uguali con sabbia e fibre di cocco. Disponete quindi uno strato di 5 cm di questo terriccio sul fondo del vaso, e  posizionate sulla superficie il rizoma dell’arum.  Si noti che l’arum è una pianta esotica con rizoma. Quest’ultimo è un fusto sotterraneo che produce ogni anno radici e fusti aerei. Questo organo immagazzina anche i nutrienti essenziali per la sopravvivenza della pianta.

Dopo aver piantato il rizoma, coprilo con terriccio e imballalo delicatamente. Innaffia la tua piantagione, perché l’arum apprezza l’umidità. Tieni presente che  il periodo ideale per piantare il rizoma è l’autunno. Quindi tieni il vaso in un luogo luminoso.

Come prendersi cura dell’arum etiope?

  • Mostra dell’arum etiope

L’arum necessita di una moderata esposizione al sole, ma apprezza anche  l’esposizione a mezz’ombra.

  • Innaffiare l’arum etiope

L’arum apprezza molto l’acqua. Se il terreno è asciutto,  non fiorirà.  Innaffia il terriccio non appena si asciuga.

Dopo la fioritura, cioè in estate, ridurre le annaffiature, e sospendere l’irrigazione  non appena le foglie sono appassite.  L’arum entra quindi in un periodo di dormienza. Questo dura almeno due mesi durante i quali è necessario sospendere ogni assunzione di acqua. Riprendere l’irrigazione gradualmente dopo questi due mesi.

  • Rinvaso e concimazione per concimare l’arum etiope

Durante la fioritura, concima la tua pianta con un fertilizzante liquido  ogni settimana. Dopo la fioritura,  interrompi tutti i fertilizzanti  e rinvasa la pianta. Poi portatelo fuori per esporlo al sole.

Alla ripresa della vegetazione, cioè a settembre, portate il vaso in casa e conservatelo in un luogo fresco, tra 10 e 13°C, per 3 mesi. Trascorso questo periodo, posiziona il vaso in una stanza calda  per stimolare la fioritura.

  • Propagazione dell’arum etiope

La moltiplicazione dell’aro avviene per divisione del rizoma o per semina

  • Divisione del rizoma:  in primavera staccate il ceppo della vostra pianta e dividetelo in 2 o 3, utilizzando  una vanga pulita e disinfettata.  Poi pianta subito i grossi pezzi di rizoma che hai prelevato. Da notare che per scheggia si intende  un frammento del fusto di una pianta ,  dotato di radici e che viene ripiantato per ottenere una nuova pianta. Quanto al ceppo, designa la parte sotterranea del fusto, interrata nel terreno.
  • Semina  : la propagazione dell’arum per seme  è meno facile che per divisione del rizoma.  Per fare questo, semina i semi della tua pianta in terriccio umido e mantieni il contenitore esposto alla luce. La germinazione può avvenire dopo 1 o 3 mesi.
  • Parassiti temuti dall’arum etiope

I parassiti che l’arum teme sono afidi e tripidi. Non concimare eccessivamente la pianta per evitare attacchi di afidi. Per quanto riguarda i tripidi, questi insetti si sviluppano  quando l’ambiente è secco.  Quindi assicurati di annaffiare bene il tuo arum per respingere questi parassiti. In caso di infezione inumidire generosamente il fogliame e irrorare  con decotto all’aglio.

Arum dall'Etiopia - fonte: spm

Come proteggere l’arum etiope dal gelo in inverno?

Per preservare a lungo la tua pianta e godere di una bella fioritura, è importante proteggerla dal freddo.

Dal primo gelo,  pota la tua pianta corta. Ma aspetta che le foglie diventino completamente gialle per farlo. Infatti è dalle sue foglie che l’arum  ricostituisce le riserve per la successiva fioritura.

Copri il moncone di arum con uno strato di pacciame per proteggere i rizomi. Puoi scegliere foglie morte, felci o fiocchi di lino come pacciame.

Specie Arum - fonte: spm

Oltre all’arum bianco etiope, esistono altre varietà di arum con bucce colorate. Possono essere di diversi colori, rosa, rosso, arancione o anche giallo, ideali per ravvivare i tuoi interni durante la fioritura.