Se noti un deposito bianco sul fondo del bollitore e sulle pareti, significa che il tuo elettrodomestico è incrostato. Dovrebbe poi essere decalcificato, per preservarne le prestazioni e aumentarne la durata. Per fare ciò, ecco il metodo migliore per rimuovere il calcare dal bollitore. L’acqua che circola nelle nostre tubazioni è dura, ricca di ioni calcio e magnesio. Quest’acqua dura provoca depositi di calcare nei nostri elettrodomestici e il bollitore non viene lasciato fuori. Per aumentare la durata dei tuoi elettrodomestici, è importante decalcificarli. Per fare ciò, puoi utilizzare questo metodo semplice ed economico.

Qual è il metodo migliore per rimuovere il calcare dal bollitore?

Bollitore in scala. fonte: sp
La lavatrice, il ferro da stiro, la macchina del caffè e perfino il bollitore rientrano tra gli elettrodomestici esposti al calcare. Sotto l’effetto del calore si formano depositi di calcare. L’acqua calda , infatti,  favorisce la cristallizzazione dei sali minerali presenti nell’acqua dura.  Ecco come si depositano depositi biancastri sulle pareti del vostro bollitore. Ciò riduce le prestazioni del tuo elettrodomestico, oltre a ridurne la durata di vita  e portare a un consumo eccessivo di energia.  È quindi importante decalcificare regolarmente il bollitore. Per questo  puoi usare l’acido citrico.  I prodotti acidi, infatti, sono efficaci nell’eliminare il tartaro.
Cristalli di acido citrico. fonte: sp
L’acido citrico è un alleato della pulizia. Questo prodotto naturale ed ecologico ha proprietà disinfettanti, detergenti e sbiancanti. Oltre a ciò, l’acido citrico è efficace nel rimuovere il calcare dalla macchina del caffè, dal bollitore, ma anche dai rubinetti  o dal water.  L’acido citrico ha anche il vantaggio  di avere un odore migliore dell’aceto bianco.  Per rimuovere il calcare dal bollitore, indossa i guanti, quindi mescola due cucchiai di acido citrico con un litro d’acqua. Tieni presente che è consigliata anche la protezione degli occhi. Versa la soluzione nel bollitore, lascia agire per un’ora, quindi accendi l’apparecchio  per portare a ebollizione la miscela.  Quindi, lascia riposare la soluzione per 30 minuti, quindi svuota il bollitore. Infine, sciacquare il bollitore con acqua pulita una o due volte.  Si noti che non è consigliabile utilizzare l’acido citrico da solo, non diluito.  Ciò può danneggiare il tuo dispositivo.

Quali sono gli altri consigli per rimuovere il calcare dal bollitore?

Oltre all’acido citrico, puoi utilizzare altri prodotti a portata di mano per decalcificare il bollitore.
  • Bicarbonato di sodio per rimuovere il calcare dal bollitore
Il bicarbonato di sodio è un prodotto naturale con proprietà sgrassanti, smacchianti e disinfettanti. Questo prodotto versatile è noto anche per la sua azione anticalcare. Per fare questo, mescola due cucchiaini di bicarbonato di sodio con un litro d’acqua  e versa il composto nel bollitore.  Fai bollire la soluzione, quindi svuota il bollitore e risciacqualo più di una volta.
  • Coca Cola per decalcificare il bollitore
Coca Cola
Grazie alla sua acidità, la Coca Cola è efficace anche per decalcificare il bollitore. Per fare ciò, versare la bevanda sul fondo del recipiente,  bagnando anche le pareti  e lasciare agire per qualche minuto. Successivamente strofinare le superfici ricoperte di calcare con una spugna in microfibra,  quindi risciacquare più volte. Grazie a questi consigli della nonna, rimuoverai facilmente le tracce di calcare dal tuo bollitore, senza utilizzare aceto bianco o limone e senza ricorrere a decalcificanti chimici.