Press ESC to close

Come pulire la vaschetta del detersivo della lavatrice con il limone?

La tua lavatrice inizia a puzzare e arriva persino sui vestiti appena lavati? Cattive notizie: di sicuro, la muffa è in giro! Molto probabile anche che si sia stabilita nel cassetto dei detersivi. Sì, i residui di detersivo e ammorbidente hanno finito per attirare un intero battaglione di germi e batteri. Ma niente panico, ci sono soluzioni radicali a questo problema. Per riportare igiene e freschezza nella tua lavatrice, il limone e altri ingredienti naturali ti verranno in soccorso. Puoi già dire addio ai cattivi odori!

Come eliminare la muffa nella vasca della lavatrice?

Muffa nel cassetto della lavatrice

A meno di non pulirli molto frequentemente, è quasi impossibile evitare l’accumulo di residui di prodotto nel cassetto del detersivo. E sono tutt’altro che innocui: non solo ostruiscono questi vani, impedendo così il corretto funzionamento della macchina, ma sono anche un terreno fertile ideale per batteri e muffe. Da dove questi odori sgradevoli che ne sfuggono. Risultato: la tua lavanderia ne paga, visto che la sua pulizia non sarà impeccabile. Su alcuni vestiti possono comparire macchie accidentali, per non parlare di quell’insopportabile odore di muffa che puzza da lontano. Come uscire da questo girone infernale? Non è un segreto: devi  pulire la lavatrice   approfondimenti bimestrali, dal tamburo alla gomma, ai cassetti.

– Limone e aceto: un binomio potente per pulire il cassetto del detersivo

Aceto bianco e limone

Vuoi andare all’attacco? Per igienizzare e lucidare il cestello della biancheria puoi contare sulle potenzialità pulenti di due prodotti molto apprezzati: il limone e l’aceto. Non c’è bisogno di spendere un centesimo, scommettiamo che ne hai già un po’ in dispensa. Sia sbiancante, antibatterico e deodorante, questo duo farà miracoli!

Leggi anche: Lavare le lenzuola: 5 errori da evitare

Ecco come applicare questo rimedio casalingo:

  1. In una ciotola spremete il succo di 2 limoni, aggiungete 1/2 bicchiere di aceto e 1 bicchiere di acqua.
  2. Per eliminare tutta la muffa, procurati una spazzola per la pulizia speciale e un panno. Forse anche uno scovolino economico aiuterà.
  3. Rimuovere il cassetto dalla lavatrice e posizionarlo nel lavandino. Risciacqualo accuratamente per rimuovere tutti i residui dal cassetto e immergilo nella soluzione detergente.
  4. Lasciare in ammollo per 10 minuti. Quindi, strofina accuratamente tutti i componenti con il pennello. Quindi risciacquare con acqua.
  5. Se noti che gli scomparti sono intasati, puliscili accuratamente.

NB: come il limone, l’aceto è ottimo per  pulire il cassetto del detersivo . Puoi anche usarlo da solo: versa un bicchiere di aceto in un litro di acqua calda e lascia il cassetto nella soluzione risultante per un’ora. Pulisci bene e lascia asciugare.

Nota: per evitare i vari problemi sopra citati, è fondamentale pulire molto spesso il cassetto del detersivo. Ammetti che lo trascuri la maggior parte del tempo, ma dì a te stesso che una volta al mese è più che sufficiente per tenerlo pulito.

– Vaschetta detersivo: bicarbonato di sodio per eliminare la muffa

bicarbonato di sodio

Altra soluzione altrettanto semplice e veloce: sfruttare le proprietà sbiancanti e smacchianti del bicarbonato. Antibatterica e antimuffa, questa polvere bianca è anche miracolosa e molto economica. Come bonus, ti serviranno solo 20 g di  bicarbonato di sodio  e un litro di acqua bollente. Mescolali accuratamente e incorpora il cassetto in questa soluzione. Lasciare in posa per almeno 30 minuti. Quindi, versa questa miscela nel lavandino e pulisci il cassetto con una spugna, una spazzola o anche un vecchio spazzolino da denti (è ottimo per entrare in angoli stretti!). Una volta pulito e asciutto, rimettere il cassetto al suo posto. Dovrebbe tornare al suo splendore originale, ma se noti che lo sporco persiste, allora puoi puntare sul sale e sul limone per una lucentezza garantita. L’applicazione è semplice: mescola 1 litro di acqua bollente con 5 cucchiai di sale al limone e metti il ​​cassetto nella soluzione risultante. Lasciare agire per un’ora o due, quindi strofinare con una spugna o uno spazzolino da denti.

Come pulire a fondo la lavatrice?

Anche l’acqua dura causa seri problemi. Non appena si notano depositi di calcare  nella lavatrice  , oltre alla comparsa di cattivi odori, allora è giunto il momento di rimboccarsi le maniche e pulire a fondo il dispositivo. Questo è il modo migliore per preservare il bucato e garantire la longevità della lavatrice. Per questa pulizia profonda, è l’aceto che vi porterà il suo prezioso aiuto. Questo è il rimedio più efficace ed ecologico. Agirà come un ottimo disincrostante, così che i batteri saranno solo un brutto ricordo. Unico inconveniente: dopo questo trattamento, l’odore dell’aceto può persistere per un po’. Ma niente paura, potete rimediare aggiungendo qualche goccia di un olio essenziale profumato, coprirà molto bene il profumo pungente.

Leggi anche: Con questo rimedio il tuo bucato avrà un buon profumo a lungo: basta aggiungerlo in lavatrice

Istruzioni: versare un bicchiere di aceto nella vaschetta del detersivo, quindi eseguire un ciclo di lavaggio a vuoto. Successivamente, pulire le parti metalliche e la gomma della lavatrice con un panno imbevuto di aceto. E questo è tutto ciò che serve per riavere il tuo dispositivo pulito e fresco!

Suggerimento: oltre a questa regolare manutenzione, ricordati anche di tenere sempre aperto lo sportello del cestello dopo ogni ciclo di lavaggio. Una buona ventilazione eviterà gli effetti nocivi dell’umidità all’interno, in particolare la formazione di muffe e lo sviluppo di cattivi odori. In buoni rapporti…

Leggi anche: Non lavare la biancheria a questa temperatura: il consumo è importante, pagherai il doppio della bolletta