Press ESC to close

Come proteggere i gerani in ottobre affinché rifioriscano in primavera?

L’autunno è una stagione fantastica per tutti i giardinieri. Ottobre è il periodo ideale per preparare le vostre piante all’arrivo dell’inverno e proteggerle dai danni causati dalla neve e soprattutto dal gelo. In particolare piante perenni come i gerani che devono assolutamente svernare per proteggersi dalle gelate invernali. Se lo coltivi nel tuo giardino, devi conoscere la procedura corretta per un corretto svernamento. Segui i nostri consigli per assicurarti che i tuoi bellissimi e colorati gerani non marciscano e sopravvivano in sicurezza all’inverno.

Dal nome botanico “pelargonium”, il geranio è una magnifica pianta rustica di varie varietà che presenta fiori abbondanti e molto colorati. Oscillando tra il bianco, il rosa, il rosso o il viola, portano in giardino o sul balcone un vero tocco di allegria e di profumata freschezza.

Rivedi ciascuno dei tuoi stufati. Dopo una fioritura generosa per tutta l’estate, i gerani devono ora andare in riposo per trascorrere un inverno sereno. Partiranno ancora meglio in primavera. È necessaria un’accurata toelettatura: rimuovere le parti morte, che potrebbero ospitare spore di malattie o parassiti, in modo che non cadano nel locale di svernamento. Non metterli nel compost perché rischiano di contaminarlo.

Potare gli steli troppo lunghi e spogli sopra un ramo o le foglie, poi gli altri alla stessa altezza. Date al ciuffo una forma compatta. Non lasciare fiori o boccioli che manterrebbero attive le piante quando dovrebbero andare in letargo. Il calo delle temperature e le giornate più corte li aiuteranno.

Dopo aver pulito i vasi, raggruppateli sotto la sporgenza di un tetto o di una tenda per isolarli dalla pioggia. Innaffia poco e smetti di usare fertilizzanti. Questa fase tra la vita in giardino e lo svernamento prepara le piante a nuove condizioni di crescita. Li porterai dentro il più tardi possibile, prima delle prime gelate.

La tecnica giusta: Ottima toelettatura in tre passaggi valida per tutti i tipi di gerani

1 – Eliminate le foglie secche o danneggiate manualmente, con delicatezza, per non ferire i fusti, oppure tagliatele con delle forbici da potatura.

2 – Riduci i gerani di circa la metà della loro altezza. Togliete tutti i fiori, anche se alcuni sono ancora belli.

3 – Spazzolare le pareti del contenitore, prestando particolare attenzione sotto il bordo e sul fondo perché lì si possono trovare parassiti o malattie.

Gerani d’edera

Geranio edera

Una volta deciso di svernare questi gerani, è necessario fornire loro abbastanza luce e una temperatura superiore allo zero. Con il loro fogliame liscio e lucente, sono un po’ più sensibili durante l’inverno. Prima di spostare i  gerani  in un luogo sicuro, pota la pianta per conservare le foglie. Non annaffiatele troppo durante il periodo invernale, ma assicuratevi che anche il terreno non sia molto secco. In primavera avranno bisogno di più calore e luce per ritrovare il loro bell’aspetto e offrire una fioritura abbondante.

Gerani tirolesi

Geranio tirolese

Per questa categoria non è necessario lo svernamento. Sarebbe meglio preparare le talee in autunno e prendersene cura durante l’inverno. In primavera basta trapiantarle in un vaso e otterrete  piante magnifiche,  sane e perenni . Prenditi cura delle tue piante fornendo loro un’irrigazione costante e una temperatura compresa tra 10 e 15°C. In primavera posizionateli in un luogo soleggiato e caldo. Vedrai che i tuoi gerani cresceranno molto velocemente.

Gerani tradizionali

Come gestire i gerani più apprezzati che abbiamo in casa?

  • Smetti  di annaffiarli  prima che arrivi il gelo.
  • Toglieteli dal terreno in tempo e rimuovete un po’ di terra dalle radici.
  • Non tagliare nulla, ma rimuovi le parti malate.
  • Quindi avvolgere i gambi nel giornale.
  • Basta riporre i gerani così preparati in cantina e attendere la primavera.
  • A quel punto potrete ripiantarli nel vaso e noterete la comparsa di fiori rigogliosi.

Questo metodo rimane il più semplice e affidabile.

Si noti che il geranio non deve essere annaffiato con acqua dura, poiché ciò porta allo sviluppo di macchie biancastre sulla superficie del terreno. Questo è un chiaro segno della presenza di calcare. È quindi meglio purificare l’acqua utilizzando un filtro.

Vivi in ​​una regione dove il gelo e la neve sono onnipresenti in inverno? È poi fortemente consigliato mettere i gerani in vasi di grande capacità e portarli all’interno della casa, o almeno proteggerli in un luogo caldo. Installali e coprili. Attenzione: fate attenzione all’umidità che potrebbe danneggiare seriamente i vostri gerani. Un ambiente troppo umido può causare la malattia dell’antracnosi, un fungo che provoca macchie marroni e nere. Questa patologia è difficile da curare, i fiori rischiano di marcire e morire.