Il limone è un albero da frutto della famiglia delle rutacee. Originario dell’Asia, ha la particolarità di produrre frutti più volte l’anno. La fioritura del limone regala fiori bianchi o rosa molto profumati. Per aumentare la produzione di limoni e proteggere il tuo albero da frutto dai rischi di malattie, è importante potarlo. Scopri come.

Per promuovere la fruttificazione del tuo albero di limone e mantenere sano il tuo albero da frutto, la potatura è essenziale. Devi ancora sapere quando e come potare con successo il tuo albero di limone.

Come potare con successo l’albero di limone?

Per ottimizzare la produzione di frutti e mantenere una chioma equilibrata dell’albero di limone, è necessario potarlo. Leggi anche: Piantare il sedano: la guida pratica

Le 3 diverse dimensioni dell’albero di limone

L’albero di limone subisce 3 tipi di potatura:
potare un albero di limone
  – Potatura di formazione:  viene effettuata sull’albero  quando è ancora giovane  per dargli una forma estetica. Questa potatura ha lo scopo di preparare i rami che sosterranno la crescita dell’albero e gli daranno la sua forma. – Potatura di mantenimento:  viene effettuata quando l’albero è in fase di formazione. Questa potatura può essere effettuata ogni 2 anni. Rinnova gli steli ed elimina legno morto o rami sporgenti dalla struttura dell’albero di limone,  al fine di mantenerne la forma.  In questo modo, favorisci la circolazione dell’aria nel tuo albero di limone e lo aiuti  a catturare meglio la luce.  È meglio eseguire questa potatura dopo la fruttificazione, in modo da non influire sul raccolto. – Potatura a frutto:  si effettua quando la pianta del limone ha più di 3 anni e  ha lo scopo di migliorare la produzione di agrumi.

I periodi ideali per potare l’albero di limone

I 3 periodi durante i quali puoi potare il tuo albero da frutto sono: a fine inverno, dopo la fruttificazione, cioè alla fine della produzione di frutti, e prima della fioritura. D’altra parte, puoi potare il tuo albero di limone  un mese dopo la comparsa dei nuovi germogli  perché, come spiegato sopra, l’albero di limone porta frutti più volte all’anno. Può infatti produrre frutti e fiori fino a 8 mesi su 12.

Il metodo per potare l’albero di limone

albero di limone1
  Per potare il tuo albero di limone, devi  munirti di forbici da potatura affilate,  pulite e disinfettate. In questo modo eseguirai tagli netti che guariranno rapidamente e prevengono la diffusione della malattia. Quindi rimuovi i rami che danneggiano la struttura e la forma del tuo albero di limone. Infatti, quando si pota l’albero di limone, la prima cosa a cui prestare attenzione  è la forma dell’agrume.  Per l’albero a fusto si utilizzerà in questo caso la potatura per ricreare i falegnami. Un albero a fusto è un albero da frutto il cui tronco è alto tra 1,20 e 2 metri, per quanto riguarda i carpentieri, designano i rami robusti che partono direttamente dal tronco e sui quali si sviluppano i rami, i rametti oi boccioli dei fiori. Dovresti sapere che  i rami del carpentiere devono essere conservati durante la potatura dell’albero di limone.  Detto questo, quando poti il ​​tuo albero da frutto, taglia i rami che sono molto bassi, avendo cura di togliere ogni altro ramo. Inoltre, assicurati che i rami non si intersechino. Taglia anche i ramoscelli che si trovano al centro per arieggiare il tuo albero di limone e promuovere lo sviluppo dei rami del carpentiere. Inoltre, quando poti il ​​tuo albero, fai attenzione a non tagliare le ascelle delle foglie. Qui è dove si trovano i boccioli che daranno nuovi germogli. Ricordati anche  di togliere quelli golosi.  Questi ultimi sono rami o steli che crescono dal tronco, ma non sono produttivi. Oltre a questo, impediscono alla linfa di circolare nei fusti e nei rami produttivi. Si consiglia di pizzicarle non appena compaiono , in modo da prevenirne lo sviluppo. In questo modo potrai favorire lo sviluppo dei rami fruttiferi.

Come mantenere un albero di limoni?

Coltivare alberi di limoni è facile. Questo albero da frutto può essere coltivato in piena terra o in vaso.  Poiché non è molto resistente, è importante proteggerlo dal freddo. Il limone è una pianta acidofila che apprezza i terreni leggermente acidi ma anche ben drenati   Innaffia il tuo albero da frutto con acqua non calcarea, a temperatura ambiente, come acqua di sorgente. Innaffia il terreno solo quando è asciutto  per evitare il marciume radicale.  Poiché gli agrumi apprezzano il sole, dai al tuo albero di limone un’esposizione alla luce tra le 7 e le 8 ore al giorno. Leggi anche: Guida pratica per piantare i semi di limone in vaso Per migliorare la fruttificazione del tuo arbusto, fertilizzalo con uno speciale fertilizzante per agrumi ogni 15 giorni durante il suo periodo di crescita. Ricorda anche di proteggere il tuo albero da frutto da parassiti e parassiti che lo devastano. Citiamo comeesempi la cocciniglia che lascia depositi biancastri sul fogliame, gli afidi che deformano le foglie, o la moniliosa che è  un fungo che fa marcire la pianta del limone. Detto questo, controllando le dimensioni del tuo albero di limone, non solo lo aiuterai a svilupparsi in modo sano, ma ne incoraggerai anche la fruttificazione e godrai di un raccolto abbondante. Leggi anche: Non buttare più i semi di limone: ecco come usarli per far crescere un albero di limone