Piante subtropicali della famiglia delle “Geraniaceae”, chiamate anche “Pelargoni”, i gerani fioriscono a lungo e richiedono poche cure.

La loro grande particolarità: sono repellenti naturali per tenere lontane le zanzare. Il problema, nelle fioriere o nei vasi, i gerani devono fiorire in condizioni ideali, altrimenti rischiano di ingiallire, appassire o morire velocemente. Ecco i segreti di una pianta sana e dalla fioritura perfetta!
gerani1

L’acqua

I gerani hanno bisogno di molta acqua, quindi il terreno dovrebbe essere sempre umido. Pertanto, in caso di temperature elevate, annaffiare una o più volte al giorno. Leggi anche: Come cucire un buco in un indumento: Consigli e Tutorial D’inverno invece annaffiate solo saltuariamente, facendo attenzione che il terreno non si asciughi. A volte l’acqua che usi normalmente potrebbe non essere adatta ai gerani a causa del troppo alto contenuto di calcio. Puoi quindi risolvere questoproblema  lasciando l’acqua nell’annaffiatoio durante la notte , con un po’ di torba sul fondo, che darà all’acqua un pH ottimale per la tua pianta.

La luce

Anche i gerani hanno bisogno di molta luce, soprattutto se vuoi che fioriscano! Esporli alla luce, possibilmente verso sud o sud-est. La temperatura ottimale per la pianta è compresa tra i 15 ei 25 gradi. I gerani odiano il freddo e il vento,  per questo è importante tenerli al riparo in inverno  posizionandoli in un punto luminoso ma poco ventilato del proprio giardino o balcone.

Le pentole

Uno dei segreti di una pianta sana è anche il vaso in cui la pianti. Quindi, se i gerani possono essere piantati in vasi di qualsiasi forma, privilegiate una dimensione di almeno 20 cm di diametro e profonda almeno 15-20 cm. Queste sono le dimensioni migliori per permettere alle radici della pianta di crescere liberamente. Se il geranio è molto grande, vanno scelti vasi più grandi, fino a 40 cm di diametro. Sul fondo del vaso puoi adagiare della ghiaia, che darà peso e impedirà al vento di rovesciare la pianta. Se le temperature sono molto rigide, puoi coprire i gerani con una coperta di nylon.

Pavimento

giardinaggio

Per la buona crescita dei gerani è necessario affidarsi a terreni leggermente acidi. Nonostante abbia radici forti, che si adattano a tutti i tipi di terreno, la pianta cresce al meglio in terreni leggeri, porosi e ricchi di argilla. State tranquilli, questo tipo di terriccio adatto ai vostri gerani si trova in tutti i vivai. La pianta va normalmente rinvasata con terriccio fresco a fine inverno o inizio primavera. Vale a dire che dovrai rimuovere tutte le radici danneggiate o morte, prima di ripiantare.

Fecondazione

Non dimenticare di concimare la tua pianta! Il momento migliore è il periodo di fioritura, cioè dalla primavera al tardo autunno. Per quanto riguarda i fertilizzanti più adatti, questi sono quelli che contengono azoto, fosforo e potassio. Un fertilizzante alternativo? Fondi di caffè. Ne basteranno due, essiccati al sole, per dare alla tua pianta un nutriente importante! Durante i mesi più caldi, puoi anche concimare la pianta ogni 15 giorni se vuoi che fiorisca abbondantemente. Ma sempre con moderazione! Leggi anche: Come ti vesti? Attenzione, questi errori ti stanno invecchiando
gerani

Pulizia

La pulizia dei gerani richiede un po’ più di cura, inclusa la rimozione di fiori e foglie secchi. Perché appaiano nuovi fiori e foglie, quelli vecchi vanno rimossi con un paio di forbici: prima di utilizzarli, però, ricordatevi di disinfettarli con dell’alcool per evitare che la pianta si infetti. Leggi anche: Il trucco per pulire un materasso: eliminare macchie, acari e cattivi odori