La biancheria bianca e soprattutto la biancheria intima tendono a sbiadire. E per una buona ragione, diversi fattori influenzano la qualità e la durata della fibra tessile. Fortunatamente, ci sono consigli inarrestabili per ripristinare il loro candore. Eccone 3 da adottare subito, insieme ad altri consigli per mantenere correttamente il bucato.

Se i consigli della nonna sono formidabili, hanno anche un notevole vantaggio. Non prevedono infatti l’uso della candeggina, che a volte è difficile da gestire sul lino bianco. Grazie agli ingredienti di uso quotidiano potrai prenderti cura del tuo bucato e della tua biancheria intima preferita senza dover correre il rischio di vederli ingiallire. Scopri i metodi migliori per ritrovare il loro candore in modo naturale.

Perché i vestiti diventano gialli?

La pigmentazione della fibra tessile tende a modificarsi con il tempo e con i lavaggi. Boxer da uomo, mutandine di cotone, boxer, infradito, reggiseni, reggiseni sportivi…la lingerie da donna o da uomo non è risparmiata dall’usura e può vedere la sua qualità degradare. La causa è l’usura quotidiana e frequente ma anche l’esposizione ricorrente al sole. In questo senso, può essere saggio adottare metodi di lavaggio migliori se si vuole preservare il candore iniziale della propria biancheria intima ed evitare di vederla ingiallire o ingrigire.

3 consigli per ravvivare il candore della tua biancheria intima

Qualunque sia la marca di lingerie che scegli durante lo shopping, è necessaria la cura adeguata affinché le fibre del tessuto mantengano il loro bianco brillante. Infatti, anche quando la qualità c’è, il bianco resta un colore delicato. Come i pantaloni, le magliette e altri indumenti dello stesso colore, la manutenzione può essere difficile, per non parlare degli incidenti con la candeggina che a volte può scolorire la biancheria. Fortunatamente, ci sono ingredienti a portata di mano per valorizzare la tua lingerie e qualsiasi capo prêt-à-porter che abbia bisogno di ravvivare il suo splendore.

1. Limone e acqua ossigenata

Conosciuto per le sue proprietà sbiancanti, il perossido di idrogeno (o perossido di idrogeno) funziona con il limone per rimuovere le macchie ostinate. A questo scopo avrete bisogno di una tazza di acqua ossigenata, del succo di un limone e di due tazze d’acqua.

Come procedere ?

Versate i vostri ingredienti in un contenitore o in una bacinella e mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo. Successivamente immergi i vestiti in questo liquido per una ventina di minuti, quindi risciacquali prima di lavarli come al solito. Puoi anche versare questa miscela direttamente nel cassetto del detersivo della lavatrice.

2. Limone e sale

Grazie al suo contenuto di acido citrico, il limone abbinato al sale è l’agrume ideale per combattere le sfumature spente della biancheria intima ed è adatto anche per i costumi da bagno. Per prenderti cura del tuo bucato e beneficiare delle proprietà sbiancanti di questo duo, avrai bisogno del succo di 2 limoni, ½ tazza di sale e 5 tazze di acqua fredda.

Come procedere ?

Scaldare l’acqua in un pentolino, poi una volta arrivata a ebollizione aggiungere il succo di limone e il sale. Mescolare per qualche secondo, togliere dal fuoco e versare il composto in una ciotola. Immergi la biancheria intima in questa miscela per 1 ora, quindi risciacqua con acqua pulita ed effettua il lavaggio abituale. Tieni presente, tuttavia, che questa punta non è adatta per materiali fragili e delicati.

Per ridare lucentezza alla tua biancheria intima ti serviranno 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio e 2 cucchiai di acqua. Oltre ai suoi molteplici usi domestici, questa polvere è ideale per ravvivare il candore della biancheria.

Come procedere ?

Inizia mescolando 1 cucchiaio di bicarbonato di sodio con 2 cucchiai di acqua e distribuisci questa pasta sui tuoi set . Dopo averlo lasciato agire per 1 ora, risciacqua la biancheria intima e lavala. Se ti trovi di fronte a macchie particolarmente difficili da rimuovere, puoi cospargere il bicarbonato su uno spazzolino da denti e strofinare delicatamente per rimuovere i residui più ostinati.

Come lavare la lingerie pregiata e i materiali fragili?

Se i consigli precedenti ti spaventano, sappi che ci sono delle precauzioni da prendere quando si tratta di lavare la biancheria delicata. Infatti, oltre ai materiali in cotone, alcuni capi di biancheria intima devono essere lavati a mano per evitare di danneggiarli in lavatrice. In particolare la lingerie sexy e glamour deve essere mantenuta con cura perché lo sfregamento del tamburo dell’apparecchio può usurarla . Inoltre, capi come corsetti, bustini, calze o baschi devono essere lavati solo a mano.

Per ripristinare il loro candore è quindi necessario prestare attenzione al tessuto per non danneggiarlo. Ecco i migliori consigli da seguire per lavare la biancheria intima in base alla loro composizione:

1. Per la biancheria intima di raso: 

Il raso è un materiale che si lava abbastanza facilmente. Tuttavia, devi fare attenzione durante l’asciugatura o la stiratura. L’ideale è immergere la biancheria intima in un contenitore pieno di acqua, zucchero e aceto per donargli lucentezza . Ma affinché mantengano la lucentezza del raso, è indispensabile stirarli a bassa temperatura sul rovescio del tessuto, assicurandosi che quest’ultimo sia umido.

2. Per la biancheria intima di pizzo: 

Se la vostra biancheria intima è di pizzo, immergetela in una bacinella piena di acqua calda, detersivo per bucati delicati e aggiungete un cucchiaino di trementina . Questa oleoresina permetterà loro di ritrovare il loro nuovo aspetto. Se noti che il pizzo ha perso la sua lucentezza e il colore è diventato opaco, puoi lavarlo in lavatrice con i jeans per dargli una tinta bluastra!

3. Per la lingerie di seta: 

Pur essendo molto delicata, la seta non necessita di essere lavata a secco. Si sconsiglia tuttavia il lavaggio in lavatrice. È preferibile quindi optare per il lavaggio a mano, assicurandosi che la temperatura dell’acqua non superi i 28 gradi. I normali detersivi possono anche essere sostituiti con uno shampoo delicato per bambini in quanto ciò aiuterà a proteggere il tessuto. Far seguire un risciacquo con acqua fredda ed eventualmente qualche goccia di aceto bianco per ripristinare l’intensità del colore. Anche la frequenza dei lavaggi dovrebbe essere distanziata per evitare un’usura prematura. Infine, fai attenzione a non strizzare la lingerie di seta quando la giri. Per ottenere i migliori risultati, avvolgerlo in un asciugamano pulito e asciutto per rimuovere l’acqua in eccesso e appenderlo al sole e alla luce per un’asciugatura naturale all’aria. Puoi anche appenderlo a una gruccia.

Come far durare più a lungo la tua lingerie?

Più laviamo la nostra biancheria intima, più il suo colore e la sua qualità possono deteriorarsi. Tuttavia, non è impossibile preservare i nostri outfit preferiti a patto di applicare i giusti consigli e cambiarli ogni giorno. Quindi, se si vuole evitare che scoloriscano, è consigliabile immergerli per 10 minuti nell’aceto bianco subito dopo il primo lavaggio, per poi procedere al consueto risciacquo. Naturalmente, candeggina e cloro sono da evitare a causa della loro azione corrosiva che può ingiallire o corrodere la biancheria intima.